im Prodotti di stagione

PROPRIETÀ E CARATTERISTICHE DEL CAVOLO NERO TOSCANO

Il cavolo nero toscano è una pianta erbacea edule appartenente alla famiglia delle Brassicaceae.

Il cavolo nero contiene elevate quantità di acqua ed è uno degli alimenti più ricchi di antiossidanti.

Questa ortaggio è un alimento antitumorale, ricchissimo di vitamine A, B1, B2, B3, B6, B12, C e K.

Tra i minerali si evidenziano calcio, ferro, magnesio, potassio, sodio e zinco, inoltre contribuisce a ridurre il livello di colesterolo, migliora le condizioni dei diabetici, è utile in caso di problemi digestivi, ha proprietà antinfiammatorie, migliora le condizioni di capelli, pelle e ossa.

Come riconoscere un cavolo nero fresco? Il cavolo nero al tatto deve essere sodo e solido, in particolare privo di crepe; inoltre le foglie, che coprono il cavolo per circa due terzi, devono risultare robuste e di un verde vivo.

STORIA DEL CAVOLO NERO TOSCANO

Si tratta una pianta che ha origine nel nostro Paese.
Già i Romani coltivavano una specie di cavolo molto simile a quello nero toscano; in Toscana, poi, la diffusione del cavolo nero ha avuto maggiore successo, diventando un elemento base di alcuni piatti della cucina tradizionale.

La storia insegna che anche grandi maestri come Galeno, Ippocrate e Catonelo usavano, traendone molti vantaggi.

Secondo Catone era uno dei migliori rimedi a uso topico in caso di artrite, ferite, eruzioni cutanee, piaghe e persino la peste.

Ma non solo: per centinaia di anni l’utilizzo di vari tipi di cavolo è stato considerato un ottimo rimedio purgante e depurativo.

CURIOSITÀ SUL CAVOLO NERO TOSCANO

È l’ingrediente principale della ribollita, ma viene usato anche in tante altre ricette tradizionali.
Inoltre è una manna contro distorsioni e infiammazioni: basta posizionare un paio di foglie preventivamente pestate sulla parte dolente, fissandole con un bendaggio.

IL CAVOLO NERO: RICETTA

Vellutata al cavolo nero

Ingredienti x 4 persone

1,5 kg cavolo nero
400 gr patate
2 porri
1,2 l brodo vegetale 
olio extravergine d’oliva
sale fino
pepe nero

Preparazione
1. pulire i porri, affettarli e soffriggerli con olio extravergine in una padella capiente per circa 5 minuti
2. aggiungere le patate tagliate a cubetti e fare cuocere il tutto per circa 10 minuti a fuoco dolce, mescolando affinchè le patate non si attacchino sul fondo
3. salare e pepare a piacere.
4. pulire il cavolo nero e tagliare le foglie grossolanamente
5. aggiungere il cavolo in padella con le altre verdure e iniziare ad aggiungere il brodo vegetale, un mestolo alla volta e lasciare cuocere il tutto per 25 minuti.
6. frullare la zuppa con un frullatore ad immersione, fino a rendere il cavolo in una crema
7. passare la crema ottenuta con un colino, premendo con un cucchiaio, per renderela una vellutata
8. Rimettere sul fuoco la vellutata e infine scaldarla per un paio di minuti

SCHEDA TECNICA

Periodo

Ottobre – Aprile

Provenienza

Italia

Calorie x 100g

32

Da consumare

cotto (meglio al vapore)

Recent Posts
Contattaci

Inviaci una mail, ti risponderemo al più presto.

carrello captcha txt