fbpx
 im Prodotti di stagione

PROPRIETÀ E CARATTERISTICHE DELLE ARANCE TAROCCO

Le arance tarocco al naturale rappresentano il meglio della produzione delle arance rosse; hanno le stesse proprietà delle normali arance tarocco ma, non essendo trattate con prodotti chimici, hanno una scorza che può essere interamente utilizzata nella preparazione di frutta candita o confetture.

Le arance Tarocco sono fra le più apprezzate e richieste; si contraddistinguono inoltre per una polpa dalle venature e pigmentazione rosse.
Si tratta di una varietà di arancia succosa, profumata, dal sapore dolciastro e poco aspro.

Le proprietà e i benefici per la salute delle arance siciliane tarocco sono notevoli; contengono grandi quantità d’acqua (87%), ma anche zuccheri, fibre, proteine e lipidi.
La lista delle vitamine presenti vede l’apporto di vitamina A, vitamina B e vitamina C (in notevole quantità); minerali contenuti invece sono calcio, potassio, magnesio, ferro, manganese, zinco, sodio, fosforo e selenio.

Secondo degli studi aiutano a ridurre il rischio di tumore al fegato e aiutano ad allontanare il rischio di calcoli renali favorendo il corretto funzionamento di questi organi.

Come capire se un’arancia è fresca?
Il picciolo, o quello che ne resta, sulla parte superiore dell’arancia se è ancora di colore verde vuol dire che l’arancia è stata raccolta solo pochi giorni prima.
L’arancia deve presentare una buccia ben colorata, la parte verde, se presente, deve comparire solo in minima parte.
All’olfatto, inoltre, l’arancia deve avere un profumo intenso e aromatico.

STORIA DELLE ARANCE TAROCCO

Le origini di questa pianta risalgono all’inizio del secolo, nel territorio di Francofonte, in provincia di Siracusa; questa pianta arrivò però in Italia solo nel 1600: un monaco gesuita la importò dalla Cina e da lì si avviò la produzione che generò il frutto .

CURIOSITÀ SULLE ARANCE TAROCCO

Le arance tarocco hanno un’eccellente resa in termini di succo, pari a circa il 45% di prodotto, l’ideale per ottime spremute.

La loro pigmentazione, dovuta alla coltivazione in una zona specifica prettamente catanese nei pressi dell’Etna è il risultato dell’escursione termicadelle zone insieme alla maturazione dei frutti; presenta inoltre una resistenza agli urti notevole, il che la rende trasportabile in molti paesi.

Le arance tarocco possono essere tranquillamente consumate al naturale o diventare ingredienti di piatti che coprono una gamma che va dall’antipasto al dolce.

ARANCE TAROCCO: RICETTA

Marmellata di arance tarocco

Ingredienti x 5/6 barattoli

3 kg arance tarocco
1,5 kg zucchero

Preparazione
1. bucherellare le arance con una forchetta e successivamente sbollentarle in acqua bollente la metà delle arance
2. lasciarle bollire per 8 minuti, scolarle e affettarle finemente.
3. togliere la buccia all’altra meta delle arance e affettarle finemente.
4. mettere sul fuoco un tegame dal fondo spesso oppure un tegame di rame, con le arance affettate
5. aggiungere lo zucchero e far bollire per 10 minuti, con la schiumarola togliere la schiuma che ma mano viene a galla
6. togliere dal fuoco e lasciare raffreddare
7. mettere le arance cosi ottenute in una ciotola di acciaio, coprirle e metterle in frigorifero per 24 ore.
8. rimettere sul fuoco le arance, far bollire per 15 minuti rigirando spesso.
9. frullarle le arance riducendole in polpa.
10. rimettere le arance sul fuoco, far bollire ancora 15 minuti ottenendo la consistenza giusta
11. togliere i barattoli dal forno e invasare subito fino al bordo la marmellata bollente,
12. battere il barattolo per far uscire le bolle di aria e se necessario aggiungere ancora marmellata.
13. chiudere immediatamente e capovolgere ottenendo cosi il sottovuoto.
14. lasciare raffreddare i barattoli in questa posizione poi riporli nella dispensa,
15. Gustare la marmellata dopo la maturazione di un mese.

SCHEDA TECNICA

Periodo

Dicembre-Aprile

Provenienza

Italia

Calorie x 100g

33,85

Da consumare

fresche

Recent Posts
Contattaci

Inviaci una mail, ti risponderemo al più presto.

carrello captcha txt