fbpx
 im News Agricobi

Imprese nate nel cuneese: da Satispay all’Azienda Agricola Erik Besso

IMPRESE UNDER 35

I giovani scommettono su se stessi, anche in questo momento economico non facile: 1 nuova impresa su 3 è under 35 ; questo, grazie proprio all’imprenditoria giovanile che ha permesso al tessuto imprenditoriale cuneese di rimanere stabile.

ANCHE IL SETTORE AGRICOLO

In particolare è il ritorno alla terra a colpire; le aziende giovanili nel settore agricolo si caratterizzano per un indice di sopravvivenza superiore alla media (87,3%), per un numero notevole di nuove iscrizioni (9,3%) e per un incremento significativo delle attività nell’ultimo anno considerato (+453%).
Tra tutte le aziende giovani attive al 31 dicembre, il 20,7% lavora nell’agricoltura, il 19,9% nel commercio e il 23,6% in altri servizi.

SATISPAY ED ERIK BESSO, ESEMPI CUNEESI

SATISPAY

Dall’intuizione e il coraggio di tre ragazzi di Cuneo è nato un gruppo capace di raccogliere milioni di euro di investimenti e di imporsi nel mondo dei pagamenti via telefono.

Satispay è l’impresa fondata nel 2013 da Alberto Dalmasso, Dario Brignone e Samuele Pinta; i tre nel 2015 sviluppano e lanciano questa app per cellulari che permette di pagare di tutto, dal caffè al bar all’acquisto in boutique, con un click sul cellulare.

Satispay è un nuovo network di pagamento alternativo ai circuiti tradizionali di carte di credito e debito indipendente da banche e operatori.

La loro innovazione è partita da Cuneo, una provincia sempre in prima linea nella sperimentazione delle nuove opportunità.

“È stato di certo un laboratorio importante: aver iniziato a sviluppare l’idea sul nostro territorio ci ha dato un grande vantaggio perché abbiamo trovato fin da subito grande interesse e apertura da parte delle istituzioni locali e dei cittadini.
Cuneo è stata super ricettiva. Lì abbiamo trovato anche un’amministrazione comunale davvero sensibile, guidata dal sindaco Federico Borgna, che ha saputo subito capire tutte le declinazioni di Satispay anche per i servizi pubblici.”

Oggi funziona in tutta Europa ed è diventata uno strumento di pagamento utilizzato quotidianamente da 120 mila persone.

L’AZIENDA AGRICOLA ERIK BESSO E COBIFARM

Cobi Farm è un innovativo progetto imprenditoriale fondato dai giovani piemontesi Erik Besso e Simone Besso, insieme ad altri due soci; l’imprenditore cuneese di Sanfront (Cn) è partito da zero, coltivando la terra del nonno.
Ora è a capo, con la famiglia, di una rete in franchising di otto negozi di frutta e verdura a Torino; in soli quattro anni, come riporta un articolo su Repubblica, si sono inventati un business da oltre 2 milioni di euro, che dà lavoro a più di 40 persone, tutte, o quasi under 35, gestendo il Marchio Agricobi dei negozi.

La realtà che gestisce il marchio Agricobi è Cobi Farm, un progetto dinamico e innovativo che si occupa della gestione dei fornitori, marketing e comunicazione dei negozi e della scelta delle migliori aziende agricole del territorio e delle zone più vocate d’Italia.

Oltre a frutta e verdura di prima gamma, nei punti vendita Agricobi si trova anche un assortimento di prodotti di quarta gamma di propria produzione, e poi ancora una selezione di prodotti caseari e di panetteria, salumeria e gastronomia, bevande e succhi biologici; l’assortimento medio di un punto vendita conta circa 250 referenze.

“Avevo 26 dipendenti e il lavoro era difficile ormai da gestire, continuando a fare l’agricoltore. Così ho affidato ai migliori i punti vendita già avviati, che ora sono gestiti come un franchising, così come gli altri negozi che sono stati aperti nel frattempo .
La nostra è una filosofia improntata sul naturale, sulla ricerca del gusto e della qualità. Siamo una dispensa di quartiere, la nostra è filiera cortissima, il passaggio tra l’azienda agricola e il consumatore è diretto”.

Dal produttore al consumatore (presto pagando dal telefono in sicurezza)
Ampia scelta di prodotti di stagione selezionati, tutti contrassegnati con indicatore di provenienza; con la loro idea hanno centrato appieno l’obiettivo di portare in una grande città come Torino il concetto di “km0”, adattandosi anche a quelle che possono essere le esigenze della vita cittadina.
Hanno puntato alla filiera diretta, il consumatore apprezza che ciò che compra e mangia provenga direttamente dalle nostre coltivazioni; tutto senza uso di diserbo e pesticidi.
E presto sarà possibile pagare anche dal proprio smartphone in tutta sicurezza nei negozi Agricobi con Satispay, l’app per le transazioni online, nata appunto dall’azienda cuneese menzionata prima.


GUARDA GLI ULTIMI POST
Recent Posts
Contattaci

Inviaci una mail, ti risponderemo al più presto.

carrello captcha txt