fbpx
 im Cibo news

ANANAS

PROPRIETÀ E CARATTERISTICHE

L’ananas (Ananas sativus), appartenente alla famiglia delle Bromeliacee, è il frutto esotico per eccellenza; è una pianta a portamento cespuglioso, con un fusto grosso, molto raccorciato, rivestito da squame di colore rosa.

L’ananas è molto ricco di acqua e contiene poche calorie; contiene anche proteine, lipidi, glucidi, vitamine (come la vitamina A, B e C), acidi organici(acido citrico, malico e ossalico) e vari microelementi come calcio, fosforo, ferro, magnesio , potassio (1-2).

L’ananas è inoltre fonte di bromelina: un complesso di diverse endopeptidasi (enzimi in grado di digerire le proteine) e di altre componenti tra cui fosfatasi, glicosidasi, perossidasi, cellulasi, ribonucleasi e glicoproteine; tutte queste componenti proteiche contenute nella bromelina risultano stimolatrici del metabolismo.

I benefici per la salute includono la loro capacità di migliorare la salute respiratoria, curare tosse e raffreddore, migliorare la digestione, aiutare a perdere peso, rafforzare le ossa, migliorare la salute orale, migliorare la salute degli occhi, ridurre l’infiammazione, prevenire il cancro, aumentare la salute del cuore, lottare contro le infezioni e i parassiti, migliorare il sistema immunitario e aumentare la circolazione.

STORIA

L’ananas è una pianta che già Maya, Atzechi e Incas conoscevano e coltivavano.
Gli indigeni del Sud America la chiamavano “nana”, i Portoghesiananaz”, quindi ananas in italiano, francese e tedesco; per gli Spagnoli era la “piña” per la somiglianza ad una pigna: da qui il termine inglese “pine apple”.
I primi occidentali che assaggiarono l’ananas ne rimasero affascinati; il primo in assoluto fu Cristoforo Colombo, al quale l’ananas fu offerto nel 1493 nell’isola di Guadalupe.
Fu poi trasportato in Europa e, grazie agli spagnoli e agli inglesi, diffuso in tutto il nostro continente e nelle isole del Pacifico.
Alla fine del 17º secolo si iniziò in Europa a coltivare l’ananas in apposite serre; questa pratica riscosse molto successo soprattutto in Inghilterra e Francia, dove nel Settecento il frutto era fra i preferiti del Re Luigi 15°.
Da allora divenne una vera propria moda, e tutti i cortigiani fecero coltivare l’ananas nelle serre del loro giardini.
Divenne così uno dei frutti più conosciuti e apprezzati in tutto il mondo.

CURIOSITÀ

Per poter gustare un buon ananas, è necessario saperlo scegliere correttamente; i fattori principali da considerare sono: l’odore e il colore della buccia.
Per quanto riguarda l’odore, deve essere dolce e intenso, mentre per quanto riguarda il colore vi consigliamo di scegliere un frutto dalla buccia giallo-arancione.
Infine, l’ananas può essere utilizzato per la preparazione di dissetanti centrifugati, come quello a base di ananas, mela e sedano.


GUARDA GLI ULTIMI POST
Recent Posts
Contattaci

Inviaci una mail, ti risponderemo al più presto.

carrello captcha txt